Sie sind hier: Startseite GeoPublic Italienisch La Formazione Turbò

La Formazione Turbò

La più dura arenaria rappresentata dalla Formazione Turbò si è andata a depositare sopra alla torta stratificata della Formazione Sant Martin. La comparsa di questo tipo di roccia è dovuta al ritiro delle acque del mare (regressione marina), un fenomeno che ha diminuito la presenza di esseri viventi marini. Questa estrema assenza di conchiglie avviene perché il basso livello del mare ha esposto la sabbia della spiaggia o l´ha ricoperta solo con un sottile strato di acqua.

La deposizione della vecchia sabbia, trasformata ora in arenaria, ha permesso che al suo interno venissero inglobati pezzetti di altre rocce: ad esempio le lutiti o le radiolariti, che hanno l'aspetto di macchiette nere di forma irregolare, ma anche rocce di formazioni più antiche. Nel complesso questi clasti regalano un bell'insieme di macchie di colore alle superfici, che tendono ad avere uno sfondo bianco nei tagli freschi della roccia.

L’arenaria a grana grossolana e spigolosa, molto ricca di grossi clasti colorati, viene definita breccia.

Affioramento della Formazione Turbó (Foto Mario Valdivia Manchego).

DSC_2353.jpg

Arenaria grigia a grana media con piccoli clasti neri lutitici (Foto Mario Valdivia Manchego).

DSC_2376.jpg

Arenaria-breccia, clasto sostenuta con frammenti di lutiti neri (Foto Mario Valdivia Manchego).

halo.JPG

Blocco di arenaria con aloni di alterazione concentrici, creati dalla ossidazione del ferro (Foto Mario Valdivia Manchego).

Artikelaktionen